CENTO (FE) NASCE A CENTO L’AMBASCIATA DELLA LEGALITA’ E DEL PARLAMENTO DELLA LEGALITA’ TENUTA A BATTESIMO DAL SOTTOSEGRETARIO AL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA!

CENTO 29/11/18  – (DI MARCO RABBONI) NASCE A CENTO L’AMBASCIATA DELLA LEGALITA’ E DEL PARLAMENTO DELLA LEGALITA’ TENUTA A BATTESIMO DAL SOTTOSEGRETARIO AL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA L’ON. VITTORIO FERRARESI …Potenziare la cultura della legalità crescendo ragazzi sempre più attenti che possano essere e promuovere la cittadinanza attiva e responsabile divenendo sentinelle della legalità, partendo proprio dalla scuola e coinvolgendo tutti gli attori della legalità, ponendo domani, le prime fondamenta di questa importante istituzione. E’ così che domani alle 9.30 al salone della Cassa di Risparmio, vi sarà la nascita dell’Ambasciata della Persona che avrà sede nella scuola ‘Malpighi Renzi’ di Cento, istituto che ha immediatamente abbracciato la proposta della centese Luisa Ferioli, recentemente scelta come collaboratrice della presidenza del Parlamento della Legalità Internazionale e che al suo fianco ha da tempo saputo creare un forte gruppo di lavoro formato da centesi rappresentanti del mondo associativo, militare, del volontariato. Prezioso partner dell’iniziativa, la Cassa di Risparmio di Cento che ha supportato tutto l’evento. “La Cassa di Risparmio – dice Carlo Alberto Roncarati, presidente della Carice – è lieta di ospitare nel proprio salone di rappresentanza, che nel lungo tempo della propria storia è stato teatro di tanti  importanti eventi, anche quest’ultimo che celebra l’istituzione a Cento di una “Ambasciata della Legalità Internazionale”, fortemente voluta da un gruppo di cittadini centesi che hanno ben compreso  come il presidio dei principi di Legalità sia  fondamentale per la crescita delle giovani generazioni e per lo sviluppo ordinato  della società civile. Poichè la Cassa, crede fermamente in tali principi ed ovviamente li persegue nello svolgimento della propria complessa attività, resta volentieri a disposizione per una futura, fattiva collaborazione”. A rendere ancor più solenne l’evento di domani sarà la presenza del Sottosegretario di Stato al Ministero della giustizia Vittorio Ferraresi che ha accolto immediatamente l’invito dell’attivo gruppo di centesi organizzatori dell’incontro, portando il suo prezioso contributo a proposito del ruolo della persona nella costruzione della legalità. Ampio e prestigioso il parterre di autorità civili, politiche e militari da tutto l’alto ferrarese, regionali e internazionali che, ognuno nel suo ruolo, mostrerà fattivamente ai tanti ragazzi presenti quante persone sono impegnate nella tutela della legalità in Italia e all’estero. In platea infatti, vi saranno gli studenti della scuola ‘Malpighi-Renzi’ ma anche quelli dell’Ipsia, la professoressa ed assessore a Vigarano Agnese De Michele da sempre attivissima nell’insegnare la legalità attraverso la sua particolare esperienza legata alla mafia del sud, gli interventi di Nicolò Mannino, presidente del Parlamento della Legalità, l’ufficiale della Guardia di Finanza di Ferrara Filippo Ruffa e coordinatore regionale del Parlamento della Legalità, il membro del comitato tecnico scientifico dell’Itis di Fermo Conte Niccolò Montani Staccioli che parlerà del ruolo della scuola, Ivano Moretti dei Lagunari truppe anfibie e le missioni di pace all’estero. Sarà inoltre consegnato un particolare riconoscimento Cos’è il Parlamento della Legalità Internazionale? E’ una realtà che lavora per costruire una cultura della legalità nel rispetto dei principi costituzionali, ispirata a chi ha operato contro mafie e criminalità organizzata, favorendo la cittadinanza attiva a contrasto della mentalità mafiosa e clientelare. Il punto di partenza sono i giovani che, nelle diverse Ambasciate, potranno trovare un riferimento per organizzare incontri, suggerire progetti e beneficiare di aiuti. Realtà internazionale che trova radici nella sete di verità e giustizia a partire dalle stragi di Capaci e via D’Amelio, con primo presidente onorario il giudice Antonino Caponnetto coordinatore del pool antimafia di Palermo, retta ora da Nicolò Mannino, docente palermitano che ha chiamato figure di spicco come coordinatori in tutta Italia.

 

 

Condividi questo articolo

Post Comment