CENTO (FE) AL VIA IL PERCORSO PER ARRIVARE ALLE ELEZIONI DELLE CONSULTE CIVICHE

STEMMA DEL COIMUNE DI CENTO

CENTO 01/09/17 – (LA REDAZIONE) Le votazioni per individuare i componenti delle Consulte civiche, rinnovate e ora completamente elettive, sono previste per il 28 ottobre prossimo.

Da venerdì 1 settembre sono aperti i termini per la presentazione delle autocandidature. I candidati devono possedere i seguenti requisiti: essere residenti nell’area integrata, o avere in tale luogo una sede individuabile di attività;  possedere requisiti  di eleggibilità e compatibilità alla carica di consigliere comunale; non ricoprire attualmente la carica di consigliere comunale.

Il modulo di autocandidatura è reperibile sul sito istituzionale, nell’apposita sezione Consulte Civiche, e dovrà essere presentato all’ufficio Protocollo del Comune entro le ore 12 di lunedì 2 ottobre (per informazioni ufficio Segreteria Generale – Tel. 051 684 3273 – 051 6843110).

Se il numero delle autocandidature sarà inferiore a quello minimo stabilito per ciascuna Consulta Civica, la raccolta sarà riaperta per ulteriori 5 giorni, fino alle ore 12 del 7 ottobre. Mentre la lista completa dovrà essere resa pubblica al più tardi entro 15 giorni antecedenti la data della consultazione, il 13 ottobre.

Gli organismi di partecipazione popolare, in base al rinnovato regolamento che tiene  conto della popolazione residente, sono così composte: 11 membri Cento e Penzale, 9 Renazzo, 7 Bevilacqua, Alberone, Buonacompra e Pilastrello, Corporeno e Molino Albergati, XII Morelli, Reno Centese e Casumaro.

MariaCristina Barbieri – Assessore Comune di Cento

«La giunta comunale – spiega Mariacristina Barbieri, assessore agli Affari Istituzionali e Legali –  ha definito questo percorso per giungere alle elezioni delle nuove Consulte Civiche, come delineate dalle modifiche apportate al Regolamento, che sono state concepite nella direzione di una semplificazione e di un’agevolazione della loro attività. Auspico che questo nuovo percorso semplificato porti a una crescente adesione e a un rinnovato entusiasmo. Riteniamo infatti che questi spazi di pluralità e di partecipazione democratica arricchiscano la vita amministrativa e istituzionale del nostro Comune».

Condividi questo articolo

Post Comment