FERRARA: IL RUOLO IMPORTANTE DELLE FIAMME GIALLE NELL’AIUTO AGLI OPPRESSI. PERSEGUITATI ED EBREI SUL CONFINE ORIENTALE !

IL NUMEROSO QUALIFICATO PUBBLICO DURANTE L’INCONTRO

 

GLI AIUTI AI PROFUGHI EBREI E AI PERSEGUITATI – IL RUOLO DELLA GUARDIA DI FINANZA : CONFERENZA SULLE FIAMME GIALLE IMPEGNATE NEL PROTEGGERE I PERSEGUITATI EBREI –

IL Comandante Regionale Emilia Romagna, Gen.D. Giuseppe Gerli, il Direttore del Museo Storico della G. di F., Maggiore Gerardo Severino,la Presidente dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, Il Colonnello Sergio Giovanni Lancerin a capo della GdF di FerraraProfessoressa Anna Maria Quarzi,

FERRARA 6 FEBBRAIO 2018  (LA REDAZIONE) A conclusione degli eventi per la celebrazione del Giorno della Memoria, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ferrara ha organizzato una conferenza dal titolo “La Guardia di Finanza 1943-1945 – L’aiuto ai profughi e ai perseguitati sul confine orientale ”.  La conferenza, organizzata con il patrocinio della Prefettura di Ferrara e del Museo Storico della Guardia di Finanza di Roma, si è tenuta oggi in Ferrara presso la “ Biblioteca Ariostea ”.  All’evento, oltre alle massime Autorità cittadine, hanno partecipato gli studenti di del Liceo Sociale Carducci e dell’Istituto Vergani-Navarra di Ferrara, che hanno mostrato grande interesse e coinvolgimento nell’apprendere l’impegno profuso dai militari delle Fiamme Gialle che, contro l’Olocausto e le leggi razziali, a rischio della propria vita, si sono prodigati nel proteggere i perseguitati ebrei, nonché i deportati militari e politici, dal regime nazista.  In qualità di relatori sono intervenuti:
– la Presidente dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, Professoressa Anna Maria Quarzi, che ha svolto una relazione su tre episodi che hanno riguardato altrettanti cittadini ferraresi salvati dalla Guardia di Finanza; – il Direttore del Museo Storico della G. di F., Maggiore Gerardo Severino ha evidenziato il ruolo dei militari del Corpo a favore dei profughi ebrei e dei perseguitati sul confine orientale. All’evento ha partecipato il Comandante Regionale Emilia Romagna, Gen.D. Giuseppe Gerli, che ha introdotto i lavori riferendo sull’importanza della ricerca storica relativa a un periodo tanto cruciale e sul ruolo svolto dalla Guardia di Finanza e dai propri militari caduti nell’adempimento del dovere per salvaguardare la vita dei perseguitati dai nazifascisti.

il Direttore del Museo Storico della G. di F., Maggiore Gerardo Severino

Condividi questo articolo

Post Comment