TACHIGRAFO MANOMESSO, NEI GUAI IL CONDUCENTE DI AUTOCARRO

CENTO 12/07/17 – (DI MARCO RABBONI) Continuano senza sosta gli accertamenti sui mezzi pesanti da parte del nucleo specializzato della Polizia Municipale di Cento. Negli ultimi giorni, nell’ambito dei controlli finalizzati alla repressione delle violazioni in materia di autotrasporto, e in particolare dei veicoli con targa straniera, sono stati redatti alcuni verbali. Tra questi, da segnalare, un autocarro polacco non munito di bolla di accompagnamento del materiale trasportato e un autoarticolato con targa spagnola il cui conducente, al fine di poter guidare il mezzo oltre le ore consentite dal Codice della Strada, aveva inserito una calamita magnete sul sensore del tachigrafo posto sul cambio. In pratica con questo accorgimento che bloccava il funzionamento dell’apparecchio digitale, il conducente risultava in pausa mentre invece stavano circolando. L’autista del mezzo pesante ha dovuto pagare in contanti l’elevata sanzione e si è visto ritirare anche la patente di guida per l’applicazione della sanzione accessoria della sospensione che può arrivare fino a tre mesi. È da sottolineare che la causa di molti incidenti, spesso con esito mortale, provocati da questi giganti della strada, sia proprio il mancato riposo degli autotrasportatori che guidano per molte ore oltre al consentito. Per la Polizia Municipale di Cento è già il secondo caso di alterazione del cronotachigrafo nel giro di appena tre mesi.

GRANDE LAVORO DELLA POLIZIA MUNICIAPALE SUL TERRITORIO

 

Condividi questo articolo

Post Comment