CENTO (FE) – INCIDENTE A CENTO, UNA RAGAZZINA FERITA..VAI ALLA NOTA !

CENTO  22/12/17 – (DI MARCO RABBONI) Venerdì 22 dicembre, intorno alle 8, a Cento si è verificato un incidente tra un’auto e una bicicletta, a bordo della quale era una ragazzina. Una Renault Scenic, condotta da una donna di 46 anni, stava percorrendo via Bologna nel senso di marcia posto in direzione della rotatoria quando, appena oltrepassata la linea di arresto del semaforo all’incrocio con via Rigone,  è venuta in collisione con la bicicletta che in quel momento stava attraversando la strada. L’impatto è stato violento tanto che la ragazza, C.L.L. di anni 11 , è stata caricata sul cofano della vettura sfondando anche il parabrezza. Al momento dell’intervento dei sanitari era cosciente e rispondeva alle domande che le venivano rivolte: si è reso necessario il ricovero all’Ospedale di Cona. L’esatta dinamica del sinistro è al vaglio della Polizia Municipale di Cento, intervenuta con due pattuglie per i rilievi del caso e la regolazione della viabilità. Una terza pattuglia si è resa necessaria per rintracciare i parenti della ragazza, tutti di origini cinesi. Venerdì 22 dicembre, intorno alle 8, a Cento si è verificato un incidente tra un’auto e una bicicletta, a bordo della quale era una ragazzina. Una Renault Scenic, condotta da una donna di 46 anni, stava percorrendo via Bologna nel senso di marcia posto in direzione della rotatoria quando, appena oltrepassata la linea di arresto del semaforo all’incrocio con via Rigone,  è venuta in collisione con la bicicletta che in quel momento stava attraversando la strada. L’impatto è stato violento tanto che la ragazza, C.L.L. di anni 11 , è stata caricata sul cofano della vettura sfondando anche il parabrezza. Al momento dell’intervento dei sanitari era cosciente e rispondeva alle domande che le venivano rivolte: si è reso necessario il ricovero all’Ospedale di Cona. L’esatta dinamica del sinistro è al vaglio della Polizia Municipale di Cento, intervenuta con due pattuglie per i rilievi del caso e la regolazione della viabilità. Una terza pattuglia si è resa necessaria per rintracciare i parenti della ragazza, tutti di origini cinesi.
FOTO DI REPERTORIO !

Condividi questo articolo

Post Comment