CENTO (FE) DOPO UN PERIODO DI “IMPASSE” TROVATO L’ACCORDO PER IL PARCO DEI GORGHI!

CENTO 12/05/18 – (DI MARCO RABBONI) Vari sono gli incontri che si sono susseguiti tra il Comune di Cento e la Partecipanza Agraria di Pieve di Cento negli scorsi giorni. Tra questi il Comitato di valorizzazione del Parco I Gorghi: vi hanno partecipato i responsabili della Partecipanza Agraria di Pieve di Cento, proprietario del Parco, fra cui il presidente Adriano Govoni e il vicepresidente Salvatore Alberghini, l’Amministrazione comunale, rappresentata dai membri del Comitato, l’assessore Grazia Borgatti e il consigliere Daniela Tassinari, e dal vicesindaco Simone Maccaferri, e i membri del Consiglio Direttivo della Onlus ‘Parco I Gorghi’. Comune e Partecipanza hanno trovato un accordo, a cui seguirà il processo di atti amministrativi che i due enti dovranno definire per arrivare alla sottoscrizione di una rinnovata convenzione. «Abbiamo spiegato ai componenti del Comitato e della Onlus – riferisce il vicesindaco Maccaferri – come le discussioni intercorse fra i due enti, che hanno determinato alcuni ritardi nella fase di rinnovo del rapporto fra Partecipanza e Comune, siano state legate a un approfondimento tecnico sulla forma di collaborazione che avrebbe potuto garantire la continuità della gestione del Parco. Ora siamo finalmente pronti per portare all’approvazione un accordo solido e di reciproca soddisfazione». Questo percorso porterà all’approvazione della convenzione in Consiglio Comunale nella seconda metà del mese di maggio, così da ridurre le tempistiche di questa fase e tornare garantire la piena fruibilità del Parco dei Gorghi. Tale fase sarà utile alla Partecipanza Agraria per rimuovere alcune attrezzature e giochi vetusti, che verranno successivamente sostituiti da nuove dotazioni di ultima generazione. «Nel frattempo – affermano il presidente Govoni e il vicepresidente Alberghini – anche la Partecipanza Agraria approverà una propria convenzione con la Onlus Parco dei Gorghi, al fine di garantire nell’immediato la continuità della gestione del Parco».

Condividi questo articolo

Post Comment