INAUGURATA A SAN MARINO ‘ARCOBALENO 900’: L’INCONTRO TRA CENTO E L’AQUILA !

DA SX FOT: FAUSTO GOZZI DIRETTORE MUSEI CENTESI, ALFREDO RANIERI MONTUORI ASS. L’AQUILA SIAMO NOI, MARIACRISTINA BAREBIERI ASSESSORE DEL COMUNE DEI CENTO IN RAPPRESENTANZA DELL’AMMINISTRAZIONE CENTESE, MAURIZIO CAPRI ASSESSORE GEMELLAGGI COMUNE DELL’AQUIILA PAOLO RONDELLI DIRETORE MUSEI DI STATO DI SAN MARINO

 

 

 

 

 

REP. DI SAN MARINO 11/06/17 – (DI MARCO RABBONI) Taglio del nastro, sabato 10 giugno, nella Repubblica di San Marino la mostra ‘Arcobaleno 900’ Guttuso, Capogrossi, Maccari, Fontana e altri artisti italiani dalle collezioni del Museo Nazionale d’Abruzzo e dalla Galleria d’Arte Moderna Aroldo Bonzagni di Cento.

L’esposizione rimarrà sino al 1 ottobre 2017 ai Musei di Stato di Palazzo Pergami Belluzzi.

L’apertura è stata affidata a Paolo Rondelli, direttore dei Musei di Stato di San Marino, a Mariacristina Barbieri, assessore ai Gemellaggi di Cento, a Maurizio Capri, assessore ai Gemellaggi dell’Aquila, ad Alfredo Ranieri Montuori dell’Associazione L’Aquila Siamo Noi e a Fausto Gozzi, direttore dei Musei Civici di Cento, che è entrato nel merito della mostra.

Arcobaleno 900’ gode del patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ed è dunque arrivato anche il messaggio del ministro Dario Franceschini. «Le opere di alcuni maestri del Novecento italiano provenienti dalle collezioni del Museo Nazionale d’Abruzzo e della GAM di Cento – ha scritto – faranno mostra di sé a Palazzo Pergami Belluzzi di San Marino in una iniziativa che, nata dal gemellaggio tra le città di Cento e L’Aquila colpite entrambe dal terremoto, costituisce una tappa di avvicinamento alla riapertura della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea sammarinese».

L’esposizione si compone di 42 opere d’arte di livello internazionale (21 per ciascun Comune), realizzate dai protagonisti degli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento: interessanti i confronti che ne emergono, come Capogrossi, Fontana, Brindisi, Cascella, Morlotti, Maccari, e la testimonianza dei percorsi artistici che vanno dal figurativo all’astratto possibile per diversi autori di cui sono affiancate due opere.

«Un’esposizione davvero di prim’ordine che merita di essere visitata e apprezzata nel contesto splendido della Repubblica del Titano – afferma l’assessore Mariacristina Barbieri -. Per noi è stata finalmente occasione per rafforzare il gemellaggio fra Cento e L’Aquila, che peraltro è chiamata al voto per le comunali. Conosceremo presto i nuovi amministratori, con cui continuare questo significativo legame di amicizia: intanto ad agosto saremo all’Aquila per la Festa della Perdonanza».

Condividi questo articolo

Post Comment